Sport senza barriere, un successo da 4500 ingressi

Lo sport fa parte di tutte le società già dagli albori della civiltà, basti pensare all'antica storia delle olimpiadi nate nell'antica Grecia e ancora oggi disputate ogni quattro anni dai più forti atleti di tutte le discipline. Tutti almeno una volta hanno praticato uno sport, in modo dilettantistico o agonistico ma in pochi hanno mai avuto la possibilità di poterne provare più di uno e decidere quale gli piaceva di più o in quale era più predisposto. Questa di certo sarebbe un’occasione molto importante per molti ragazzi che si avvicinano allo sport ma sono ancora indecisi su quale praticare o quali li appassionano di più.

Giornata dello sport

Una manifestazione entrata a far parte del programma estivo di molte città e paesi italiani negli ultimi anni è la giornata dello sport. Una giornata dove tutte le associazioni dei vari sport scendono in piazza per fare delle dimostrazioni della propria disciplina con delle strutture e dei campi sviluppati sulle vie delle città. Oltre ad una dimostrazione della loro abilità, i tesserati delle varie discipline si mettono a disposizione di tutti i partecipanti o dei passanti che per curiosità o per passione si vogliono cimentare nello sport facendoli provare. Non è raro vedere giovani e meno giovani che giocano a volley o magari provano a prendere una pallina giocando a baseball o per i più coraggiosi c'è la possibilità di arrampicare una parete sempre nella totale sicurezza di una corda tenuta dai più esperti dello sport.
Il problema che si è potuto riscontrare però è che molto spesso i diversamente abili non riescono a trovare spazio in queste giornate dedicate allo sport, così nasce la manifestazione che si è svolta a Luino e intitolata sport senza barriere.

Sport senza barriere

Nella città di Luino in Veneto si è svolta una tra giorni di sport giochi e divertimento che ha visto coinvolti tutti gli atleti abili e diversamente abili che fanno parte di tutte le associazioni sportive della città. Oltre a questo si sono svolte diverse manifestazioni che hanno attirato molti visitatori. La manifestazione per eccellenza è stata quella organizzata dalla croce rossa italiana che si è messa a disposizione di tutti dando dimostrazione di come eseguire un massaggio cardiaco corretto, molto importante nello sport se purtroppo se ne dovesse aver bisogno. Oltre alla manifestazione hanno accettato la sfida del guinness dei primati battendo il vecchio record di massaggio cardiaco continuativo fissando l'asticella a tredici ore, e che ha visto coinvolti circa quattrocento volontari.
Nelle vie di Luino non era insolito vedere un diversamente abile che giocava a pallavolo oppure che giocava a basket con la sua squadra sfidando dei ragazzi normalmente abili ma che non avevano mai praticato lo sport. In questi tre giorni si è potuto assistere alla vera essenza dello sport, tutti i partecipanti avevano lo stesso valore, tutti erano considerati alla stessa maniera e allo stesso livello senza nessuna discriminazione.
In tre giorni di sport senza barriere gli organizzatori hanno stimato circa 4500 ingressi, di certo una partecipazione di molto superiore alle loro aspettative che però ha dato forza e volontà di ripetere l'evento anche per l'anno prossimo sperando di avere lo stesso successo anzi con la speranza di crescere sempre di più e finalmente raggiungere lo scopo e cioè far capire che lo sport può unire tutti.
La festa si è poi conclusa con un gran gesto di speranza per tutti che ha visto un ragazzo con un solo braccio lasciare volare via un aquilone, un attimo che ha fatto scendere le lacrime a molti compreso il sindaco di Luino.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi